Kemonia River-ODLA, una storia di apertura e innovazione

Kemonia River-ODLA

Tecnologia, design e facilità d’uso: ODLA è questo e molto altro. Ispirato dalla vocazione sociale di Kemonia River, il progetto ODLA punta infatti ad essere uno strumento per facilitare l’esperienza dei musicisti non vedenti.

Quando la nostra famiglia ha dato vita a Kemonia River – cofondata appunto da Renato, Alessandro e Massimiliano Pace – l’idea era quella di creare un laboratorio che promuovesse la contaminazione tra arte e società e che quindi fungesse da punto d’incontro per le nostre esperienze personali. Nel 2016 la svolta: abbiamo investito in nuove tecnologie e in nuovi linguaggi artistici con l’obiettivo di intercettare i bisogni delle persone con un approccio innovativo.

ODLA rappresenta la sintesi delle nostre esperienze e personalità: da un lato Renato e Alessandro, variamente attivi sia nella scrittura teatrale e cinematografica che nell’insegnamento della musica, dall’altro Massimiliano, impegnato nei servizi sociali. Eclettismo ed apertura, appunto. Ed è così che è nata ODLA, una tastiera per la scrittura digitale della musica accessibile anche ai musicisti non vedenti.

Inizialmente si trattava di un plugin pensato per aiutare un nostro collega musicista non vedente ad usare un programma di notazione musicale in maniera autonoma. L’accessibilità di questi strumenti, oltre ad essere una tematica poco dibattuta, viene infatti affrontata solo parzialmente dalle case produttrici di hardware e software musicali. Per questo abbiamo deciso di approfondire in prima persona la questione e creare un’interfaccia tra l’utente e il software; ed ODLA è stata pensata per limitare l’uso del mouse e ricreare così l’esperienza di scrittura sul pentagramma cartaceo.
Il pentagramma in rilievo, cuore del dispositivo, nasce infatti per favorire i musicisti non vedenti simulando l’esperienza tattile della scrittura musicale, ma in realtà si adatta a qualsiasi tipo di utente: professionisti, studenti o semplici appassionati.

In futuro, intendiamo sviluppare ODLA in più versioni, aggiungendo funzionalità che possano renderla ancora più efficace per le diverse tipologie di utenti a cui si rivolge. I musicisti, non vedenti o normodotati, sono al centro della nostra ricerca ed il nostro obiettivo è quello di facilitare – e rendere il più naturale possibile – l’esperienza di scrittura digitale della musica.

Con Kemonia River, in generale, e ODLA, in particolare, desideriamo rendere l’arte e la creatività due elementi fruibili a tutti, il tutto mantenendo la qualità della proposta di innovazione artistica. ODLA è attualmente in fase di prototipazione. A breve verrà anche lanciata una campagna di crowdfunding dedicata al progetto. Il lavoro è tanto, lo sappiamo, ma confidiamo nella nostra passione e nei segnali positivi fin qui ottenuti dal mercato.

Articoli Correlati